Disinfezione col cloro

Disinfezione dell'acqua della piscina col cloro

E’ il disinfettante per piscina maggiormente impiegato a livello mondiale, sia in piscine pubbliche che private.
Industrialmente, il cloro elementare viene prodotto normalmente per elettrolisi di cloruro di sodio (sale) sciolto in acqua.

Lo scopo della clorazione è quello di disinfettare l’acqua dandole inoltre un certo tenore di cloro residuo libero detto “di copertura” che sia pronto ad agire contro l’inquinamento provocato dagli stessi bagnanti.

Un concetto molto importante da non dimenticare mai è che il cloro immesso, in funzione del pH tenderà, più o meno, a formare acido ipocloroso oppure ione ipoclorito.

Questo è un aspetto FONDAMENTALE, perché l'acido ipocloroso è molto ossidante, quindi all'interno della piscina qualunque forma di inquinamento sarà neutralizzata immediatamente, mentre lo ione ipoclorito è molto meno ossidante, ed è poco efficace. Quindi se il pH della vostra piscina non sarà tra il valore  di 7,2 e 7,6, avrete poco acido ipocloroso, ed anche se immettere molto cloro in acqua, il suo effetto sarà minimo.

Sempre in funzione del valore pH, il cloro immesso, avrà una maggior o minor facilità a combinarsi con le sostanze organiche (urina-sudore-ammoniaca, ecc…) presenti nell’acqua stessa dando così origine alla formazione di cloroammine (cloro combinato).
Questo cloro combinato ha un potere ossidante - disinfettante di circa 100 volte inferiore a quello del cloro libero ed è potenzialmente tossico.

Quindi, se volete un’acqua sana, dovrete avere:

  • il giusto pH, tra 7,2 e 7,6
  • abbastanza cloro da ossidare il materiale organico presente nell’acqua della piscina, che una volta combinatosi non sarà più disponibile (cloro combinato o legato)
  • ulteriore quantità di cloro disponibile (cloro libero) in vasca per ossidare l’eventuale  inquinamento portato dai bagnanti stessi

Il cloro per l’uso in piscina è disponibile in commercio in diverse formulazioni.
Per il trattamento con centraline di dosaggio automatico, si utilizza normalmente  cloro liquido (ipoclorito di sodio).