Piscine a Sale

Principio di funzionamento
E’ un trattamento acqua con cloro, prodotto direttamente dal vostro impianto. Diffidate da chi vi racconta che disinfettate con il sale.
Il trattamento dell’acqua di piscina con sale si basa sul principio dell’elettrolisi.
L’acqua salata della piscina viene fatta passare attraverso una cella in cui viene scissa la molecola di cloruro di sodio (sale, appunto) grazie al campo magnetico generato da un anodo e un catodo.
In questo modo si produce acido ipocloroso (l'acido ipocloroso è l'agente disinfettante che si forma per reazione fra il cloro gas e l'acqua, ed è lo stesso composto che si ricava dai classici pastiglioni di tricloro oppure dall'ipoclorito di calcio o dal dicloro), e cloro gas (una parte di questo si perderà irrimediabilmente).
Perché il sistema funzioni è necessario che nell’acqua della vasca sia presente sale in una concentrazione compresa normalmente fra 3 e 6 grammi/litro (questo valore dipende dalle indicazioni del produttore dell’apparecchio), e che questa concentrazione venga mantenuta aggiungendolo periodicamente, e verificandola ogni volta che si procede a immissione di acqua nuova, a seguito dei controlavaggi del filtro o a parziali svuotamenti della vasca.
La concentrazione di sale è di molto inferiore rispetto all’acqua di mare (che è circa 25-35 grammi litro) ma è comunque in grado di provocare una certa corrosione sui componenti della vasca (pompe, filtri, scale, ecc.), in particolar modo sulla componentistica in metallo.
È fondamentale che venga installato un dispositivo di messa a terra.

Abbiamo cloratori a sale, BAYROL, ZODIAC, HAYWARD, ACQUA, etc.